Il problema dell’obesità oggi

Le linee guida per la diagnosi e la cura dell’obesità oggi affermano che essa è la seconda causa di morte prevenibile, dopo il fumo di sigaretta, nei paesi tecnologicamente avanzati. Obesità e soprappeso rappresentano quindi una grande sfida alla salute pubblica. L’obesità è una delle patologie più diffuse nel mondo occidentale; in Italia la sua prevalenza si aggira intorno al 10% mentre quella del soprappeso raggiunge il 40%.

Quando considerarsi soprappeso o addirittura obesi

L’indice di massa corporea (IMC o BMI body mass index) è il rapporto tra il peso espresso in chilogrammi e l’altezza espressa in metri al quadrato: BMI tra 20 e 24.9 è normale, BMI tra 25 e 29.9 definisce il soprappeso corporeo, BMI tra 30 e 34.9 definisce l’obesità di primo grado, BMI tra 35 e 39.9 l’obesità di secondo grado ed infine BMI >40 definisce l’obesità più grave.

Obesità infantile

L’obesità infantile è fattore predittivo di obesità in età adulta soprattutto in presenza di uno o entrambi i genitori obesi e può determinare il livello culturale, successi scolastici, le opportunità di impiego e la qualità della vita di relazione dei giovani, oltre, naturalmente alla più elevata probabilità di contrarre patologie cardiovascolari, metaboliche, osteoarticolari.

L’obesità e la donna

L’obesità comporta rischi importanti durante la gravidanza per la salute del feto, della madre ed una maggiore difficoltà nel travaglio di parto con maggiore frequenza di tagli cesarei e rischi legati all’anestesia. La riduzione del peso corporeo è inoltre in grado di ripristinare una normale ovulazione e di conseguenza la fertilità della donna. E’ molto comune un aumento di peso anche rilevante in zona addominale durante le prime fasi della menopausa e questo comporta seri rischi per salute della donna.

Il mondo delle diete

La dieta, intesa come restrizione calorica equilibrata nei diversi principi nutritivi, rimane il cardine della terapia dell’obesità, con l’aiuto di un buon livello di attività fisica. Il mito tipico dei tempi moderni dell’efficientismo, del giovanilismo, del piacere e del piacersi, hanno creato una moda che emargina gli obesi e che spinge a seguire le diete più irrazionali. La maggior parte dei soggetti in soprappeso intraprende nel tempo più di un trattamento dietetico, spesso in modo autonomo o incongruo. Esistono veri e propri imbrogli dietetici volti non certo a consentire un sano dimagrimento nei tempi corretti ma solo a garantire una rapida perdita di peso con depauperamento delle riserve proteiche e vitaminiche dell’organismo e successiva facile ripresa dei chili persi.

Il servizio di dietologia e nutrizione clinica propone:

Prima visita dietologica con raccolta dell’anamnesi alimentare, valutazione dei parametri nutrizionali e metabolici, misurazione della composizione corporea mediante bioimpedenziometria ed impostazione di una dietoterapia personalizzata;

Successive visite dietologiche di controllo al fine di monitorare l’andamento del calo ponderale con follow-up cognitivo-comporatamentale ed eventuale correzione della dieta;

Inquadramento nutrizionale e terapie dietetiche personalizzate per la cura di dislipidemie, diabete mellito tipo 2, dismetabolismi, problemi di malnutrizione per difetto, patologie gastrointestinali, disturbi del comportamento alimentare;

Valutazione nutrizionale in età pedriatica e correzione dello stile di vita alimentare;

Dietoterapia per gestanti.

Specialisti: Dr.ssa Licia COLOMBO

  • Contattaci subito per fissare un appuntamento

    Puoi indicare le tue preferenze di giorni e orari. Sarai ricontattato telefonicamente per fissare il tuo appuntamento.